AL XVIII SPOT SCHOOL AWARD VINCE IL MESSAGGIO DIGITAL E GIOVANE DEGLI STUDENTI DI IED ROMA

Domenica, 26 Maggio 2019 06:19

"Per aver saputo usare un linguaggio creativo contemporaneo, inserendosi senza forzature in un comportamento naturale, per sensibilizzare i target su temi così importanti, all’interno del proprio habitat digitale" questa la motivazione di Paolo Iabichino, Presidente di giuria del XVIII Spot School Award, che ha assegnato il Gran Prix Comune di Salerno-RAI Pubblicità alla campagna digital realizzata per la Caritas Italiana dagli studenti Eva Monaco, Ilaria Carnevali, Ginevra Olivieri dell'Istituto Europeo Design di Roma.

La consegna del prestigioso trofeo, che da anni premia il migliore messaggio pubblicitario in assoluto, ha chiuso la serata di premiazione tenutasi ieri a Salerno nel suggestivo Chiostro Ave Gratia Plena Minor nel cuore storico della città. "L'arma migliore per cambiare il mondo è l'informazione" questo il  titolo della campagna vincitrice contro l'utilizzo delle armi nel mondo che adotta un linguaggio quanto mai attuale e prende spunto dal fatto che WhatsApp nel 2016 decise di eliminare l'emoji della pistola nella propria comunicazione digital, e tuttavia ad oggi si producono e esportano milioni di armi e l'Italia continua ad essere tra i maggiori produttori mondiali.

Numerosi gli studenti da tutt'Italia che hanno affollato la location e visitato la mostra dei lavori nella vicina Chiesa dell'Addolorata, dove per tre giorni sono state esposte le campagne sociali in favore di Legambiente e Università Campus Bio-medico Roma, oltre che per Caritas. Tra gli istituti partecipanti, lo IED Milano si è aggiudicato l'ambito Golden School Trophy per il più alto numero di lavori risultati vincitori; piazza d'onore per Accademia di Comunicazione Milano. Ecco l'elenco completo dei giovani premiati e relative scuole: Eleonora Giavazzi, Luca Occhinegro, Gianmarco Fanelli, Carola Ceriotti, Claudia Venturini, Giulia Badaloni, Angela Lasko, Alice Garbin, Matteo Stucchi, Anna Paola Zanella, Francesca Lollino, Valentina Trevisanello, Edoardo Serafini, Nicolò Danesi, Filippo Lucchini, Luca Ricci, Carlotta Rubinato, Guglielmo Taveggia, Lorenzo Brazzini di IED Milano; Irene Martinelli, Andrea Coco, Melissa Buzzi di NABA Milano; Eva Monaco, Ilaria Carnevali, Ginevra Olivieri di IED Roma. Stesy Magliano, Alberto Cantarelli, Timur De Angeli, Helena Di Pompeo, Lorenzo Montinari, Margherita Ceretti, Margherita D'Accordi, Ludovica Lamantea di Accademia di Comunicazione Milano; Simona Lonardo, Pasqualina Giacobbe, Davide Zezza, Antonio Tufo, Marilena Fiorito, Antonia Formato, Carmen Finelli di Scuola La Tecnica Benevento.

Riconoscimenti per la qualità dei lavori anche a studenti dell'Accademia di Belle Arti di  Bologna. Menzione speciale al gruppo sannita Fiorito, Finelli, Formato, consegnata da Marco Magheri direttore area comunicazione e brand management dell'Università Camps Bio-medico di Roma. E' intervenuta Maria Rita Giordano, assessore alle politiche giovanili e innovazione del Comune di Salerno; conduzione della serata affidata al giornalista Alberto De Rogatis. Visibilmente soddisfatto, per il successo di pubblico e l'ampia partecipazione degli istituti con numerose campagne sviluppate in più sezioni, il presidente di Spot School Award Gerardo Sicilia che ha sottolineato "Quest'edizione è stata davvero speciale essendo diventato il Premio maggiorenne con i suoi diciotto anni di vita. In totale, ad oggi, abbiamo premiato più di 700 studenti, molti di essi hanno poi iniziato le loro carriere nel mondo della pubblicità dopo aver ottenuto il primo prezioso riconoscimento alla loro creatività proprio qui a Salerno". Il premio è supportato dal Comune di Salerno e da Rai Pubblicità, endorsement dalle associazioni di categoria Ferpi, Unicom e Autori di Immagini. Partner dell'evento: Youmark, FG Industria Grafica, Fausto Lupetti, I'm In Gadget.

Pubblicato in News