#Brief A Caritas Italiana XXI Spot School Award

BRIEF A) PROPOSTO DA CARITAS ITALIANA
Maggiore notorietà dell’impegno di Caritas per un maggiore coinvolgimento dei giovani.

Proposto da Caritas Italiana

Scadenza Sabato, 16 Aprile 2022

1) Cliente: Caritas Italiana
Organismo pastorale della Conferenza Episcopale Italiana.
Caritas Italiana nasce nel 1971, voluta da Papa Paolo VI. È l’organismo pastorale della Conferenza Episcopale Italiana che collega le 218 Caritas Diocesane in Italia. Promuove la testimonianza della carità. Tra i molti fronti ci sono: pace e mondialità, giustizia, vecchie e nuove povertà, volontariato, servizio civile, immigrazione, salute mentale, senza dimora. Con un costante impegno formativo. Sostiene le Caritas diocesane nell’impegno quotidiano accanto ai più deboli.

2) Maggiore notorietà dell’impegno di Caritas per un maggiore coinvolgimento dei giovani
Sul territorio ogni giorno incrociamo molteplici bisogni che vanno considerati in modo continuativo, con un minimo di preparazione e possibilmente dentro forme e servizi strutturati che ci interpellano e ci chiedono un impegno in attività di volontariato. Nella pandemia questo impegno ha assunto forme nuove e ha visto in prima linea soprattutto i giovani, anche con forme nuove ed originali di impegno per la collettività. Uno spaccato di questo impegno lo si può vedere anche nell’ultimo Rapporto Caritas su povertà ed esclusione sociale in Italia (https://bit.ly/3j9s7fv), sulle risposte attivate proprio durante la pandemia (https://bit.ly/3B03Ezo) e sulle buone prassi attivate nel periodo di maggiore emergenza (https://bit.ly/3peurWz ).
In ambito Caritas questo coinvolgimento va, storicamente, dal servizio civile (sia in Italia che all’estero), ai giovani impegnati nei campi Caritas, nelle innumerevoli cooperative, nei gruppi di servizio ai fratelli e alle sorelle diversamente abili, nell’assistenza alle persone anziane e in difficoltà. Come pure ai numerosi giovani animatori, ai capi scout, ai responsabili di gruppi di ragazzi e di giovanissimi. Le forme di volontariato, in gruppi e associazioni, già presenti nel territorio e nella parrocchia sono luoghi per imparare e per mettere a disposizione, non solo qualcosa, ma anche il proprio tempo, le proprie abitudini, le proprie attitudini e sensibilità, le proprie amicizie e relazioni.
Le varie proposte Caritas puntano a far riflettere i giovani su temi quali giustizia, cittadinanza attiva, equità sociale, sviluppo sostenibile, educazione alla mondialità, povertà, ecc. e vogliono suscitare la sensibilità per un impegno sociale, far cresce nei giovani il senso di responsabilità sociale e lo spirito di solidarietà.

3) Pubblico Obiettivo (TARGET):
I destinatari sono in primo luogo i giovani ma anche scuole, associazioni, centri giovanili e tutte quelle realtà che interagiscono con i giovani. Si può in particolare indicare il target come le persone comprese tra i 16 e i 30 anni.

4) Posizionamento: posizione attuale
Di seguito una panoramica sintetica su alcune delle principali proposte di Caritas Italiana che prevedono coinvolgimento e attenzione per i giovani.
(In effetti, una serie di attività volute e sviluppate da Caritas, con il coinvolgimento ed a favore dei giovani, già esistono da un po' di anni. Una base preziosa e consistente, da  ampliare e migliorare per un contributo sempre più proficuo alla società.)

Volontariato
Con particolare attenzione alla dimensione pedagogica del volontariato, Caritas Italiana persegue i seguenti obiettivi:
•     coordinamento nazionale degli enti di volontariato di ispirazione cristiana;
•     cura e tutela della crescita degli incaricati diocesani Caritas del volontariato;
•     promozione del volontariato nelle comunità locali
L’intento è coinvolgere i giovani in esperienze finalizzate non tanto (o non solo) a prestare un servizio, ma a crescere in termini di attenzione alle persone in difficoltà e consapevolezza dei bisogni sociali concreti del territorio in cui vivono.
Esempi di riferimento:
•    http://www.caritasroma.it/cosa-puoi-fare/aiutaci-come-volontario/
•    http://www.caritas.diocesipadova.it/animazione/giovani/

Il servizio civile universale
Dal 2001 il servizio civile in Italia è su base esclusivamente volontaria e dal 2017 ha assunto la connotazione di “universale”. L'impiego dei giovani in servizio civile avviene prevalentemente nel campo dei servizi sociali, della prevenzione e del reinserimento, dell'assistenza socio-sanitaria, dell'educazione, della tutela dei diritti e della cittadinanza, con l'obiettivo di rafforzare le reti locali di solidarietà e promuovere una cultura della pace e della nonviolenza. La Caritas dedica particolare cura all'inserimento dei giovani.
Già nel settembre 2002, i Vescovi Italiani , affidando alla Caritas Italiana la preziosa eredità del servizio civile in alternativa al servizio militare la invitavano a ridefinire il quadro e le coordinate entro cui costruire il nuovo servizio civile nazionale inaugurato dalla legge 64/2001: la formazione della persona, la scelta preferenziale per le situazioni di povertà e di emarginazione, la diversificazione delle proposte secondo gli interessi e le prospettive dei giovani, il rilancio dello stesso servizio civile come contributo al bene comune, l’attenzione alle situazioni locali e quelle dei Paesi più poveri o in guerra.
Nel 2019, rispetto a un totale di 887 posti previsti, furono presentate complessivamente 1.614 domande, mentre l’anno scorso sono state 2.362 le domande ricevute per 1.192 posti. Le “motivazioni”, riferite al servizio civile in generale o al progetto scelto tra chi si rivolge alla Caritas, sono di tipo solidaristico: “per essere utile agli altri” (39%); ma non mancano le motivazioni più di ordine personale, soprattutto legate agli aspetti formativo-esperienziali.

Esempi di riferimento:
•    https://www.youtube.com/watch?v=c3gz6BwUyX0
•    https://www.caritas-forli.it/it/testimonianze_servizio_civile_in_caritas

Progetto caschi bianchi e servizio civile all'estero
Il progetto caschi bianchi prevede l'invio all'estero, dentro programmi di solidarietà internazionale della Caritas Italiana, di giovani in servizio civile. L'obiettivo è favorire, nelle comunità accoglienti, una cultura di pace e di solidarietà e promuovere la tutela dei diritti. La durata del servizio civile in qualità di casco bianco riguarda un periodo effettivo all'estero non inferiore ai 9 mesi ed un impegno complessivo di 12 mesi. Il progetto è promosso insieme ad Associazione Papa Giovanni XXIII, Gavci e Volontari nel Mondo-Focsiv. Tra gli ambiti di impiego: microcredito, minori di strada, tutela dei diritti delle popolazioni indigene, integrazione multietnica, educazione alla pace. Oltre al progetto caschi bianchi della Caritas Italiana, vanno segnalati anche i progetti di servizio civile all'estero di alcune Caritas diocesane nel campo dell'educazione, la tutela dei diritti, la cooperazione tra Chiese, lo sviluppo socio-economico, la promozione della pace.

Esempi di riferimento:
•    https://www.antennedipace.org/caschi-bianchi/

Progetto Policoro
L'impegno delle Caritas diocesane e delle delegazioni regionali nel progetto Policoro si presenta come un percorso di progressiva presa in carico dei suoi più reali ed autentici obiettivi pastorali e promozionali. La caratteristica principale del progetto è quella di esprimere in un contesto di pastorale integrata, attraverso l'esperienza ed il servizio di un giovane testimone, un movimento di evangelizzazione dei giovani che si trovano alle prese con l'accesso alla vita adulta ed al mondo del lavoro.

Esempi di riferimento:
•    https://www.progettopolicoro.it/

Progetto YoungCaritas
YoungCaritas nasce come progetto all'interno della rete Caritas Europea volto ad aumentare il coinvolgimento dei giovani nelle Caritas nazionali e dare ai giovani la titolarità del loro coinvolgimento. Vuole essere una delle forme con cui Caritas comunica con i giovani, cerca di animare alla riflessione, si propone di lasciare tracce, è aperta a nuove idee ed è sempre in cerca di nuove sfide. YoungCaritas è uno spazio creativo che cambia in continuazione e che vive dell’apporto dei giovani che contribuiscono con la loro parte e per tanto è un servizio che si pone trasversalmente a più realtà.

Esempi di riferimento:
•    https://www.caritasagrigento.it/giovani-e-volontariato/
•    https://young.caritasambrosiana.it/
•    https://www.caritas.eu/empowering-caritas/young-caritas-europa/


5) Posizione desiderata: OBIETTIVO DELLA CAMPAGNA
Far conoscere ai giovani la Caritas e le sue finalità, rendere più noti i suoi servizi, le sue strutture e le sue attività per avvicinare maggiormente il target giovanile ed ottenerne un concreto coinvolgimento.
Pertanto, motivare i giovani alla responsabilità sociale, alla solidarietà, e ad un impegno volontario.

6) “Tono della comunicazione”
Il messaggio deve essere diretto e coinvolgente, proprio perché pensato per un pubblico giovane. Adatto ad essere declinato sia sui media classici che su quelli digitali.
Note: si richiede l’uso del logo ufficiale di Caritas Italiana http://www.caritas.it.