#Brief A Caritas 2017/2018

Brief A

Proposto da Caritas

Scadenza Sabato, 08 Aprile 2017

 

1) Cliente: Caritas Italiana(Organismo Pastorale della CEI Conferenza Episcopale Italiana).

Caritas Italiana nasce nel 1971, voluta da Papa Paolo VI. È l’organismo pastorale della Conferenza Episcopale Italiana che collega le 220 Caritas Diocesane in Italia. Promuove la testimonianza della carità. Tra i molti fronti: pace e mondialità, giustizia, vecchie e nuove povertà, volontariato, servizio, civile, immigrazione, salute mentale, senza dimora. Con un costante impegno formativo. Sostiene le Caritas diocesane nell’impegno quotidiano accanto ai più deboli.

 

2) Campagna: NON GIOCHIAMO CON LA VITA

Attraverso la Campagna favorire percorsi di prevenzione e sensibilizzazione sul gioco d’azzardo che ha avuto negli ultimi anni uno sviluppo enorme nel nostro paese. Circa 90 miliardi di euro è il fatturato annuo ricavato da lotterie, slot machines, poker, scommesse e giochi d’azzardo di natura sempre più varia. La platea dei giocatori è cresciuta notevolmente ed è sempre più correlata a fenomeni di povertà e agli effetti della crisi, coinvolgendo anche casalinghe, pensionati, disoccupati e sempre più giovani. Esiste, inoltre, un nesso molto stretto anche tra gioco d’azzardo e usura. 16 milioni sono gli italiani che, fra i 15-64 anni, hanno giocato almeno una volta nell'ultimo anno. In misura proporzionale alla crescita del settore sono aumentati i costi sanitari, sociali, relazionali e legali del gioco d’azzardo. I giocatori patologici o ad alto rischio di dipendenza – sono stimati in circa un milione.



3) Pubblico Obiettivo (TARGET)

L’opinione pubblica, i media, le istituzioni, la società civile - in quanto ognuno può e deve sentirsi impegnato personalmente – e in particolare i giovani.

 

4) Posizionamento

  • Posizione attuale
    Sono tanti i progetti portati avanti negli ultimi anni per combattere quello che solo apparentemente è un “gioco”, ma che si rivela nel tempo come una vera e propria dipendenza. Un “gioco” che spesso diventa l’anticamera dell’inferno, perché sono numerose le famiglie che finiscono nel tunnel dell’usura.
    Esistono già molte Campagne attive su tutto il territorio, ma tra le difficoltà riscontrate  c’è la mancata percezione del rischio che comporta il gioco d’azzardo patologico. fare rete, informare, formare, sensibilizzare, prevenire e, in alcuni casi, prendere in carico. Da Nord a Sud è questo il fil rouge che lega idealmente molti interventi di Caritas diocesane per il contrasto del gioco d’azzardo patologico.

 

  • Posizione desiderata (OBIETTIVO DELLA CAMPAGNA)
    Obiettivo di fondo è quello di lanciare una nuova articolata campagna di sensibilizzazione, avendo constatato la sempre più dilagante mancanza di informazioni e della conseguente azione culturale per contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo. Ecco perché è necessario far capire ai ragazzi e alle famiglie che il gioco, quello sano, è parte fondamentale della vita, ma anche che un progetto di vita non può basarsi sull’azzardo ma va costruito giorno per giorno con responsabilità,  sapendo discernere tra scelte di spesa sicure e il tentare la sorte.